Casera Mimoias (ciaspolata)

Casera Mimoias (ciaspolata)

di Pubblicato: 12 marzo 2014 Aggiornato: 20 settembre 2015 0 commenti

Indicazioni per il parcheggio.

Da Tolmezzo direzione Villa Santina; si prosegue tenendo la destra sulla strada Regionale 355 e si continua sino all’abitato di Ovaro. Superato il paese dopo circa 1,5 km sulla sinistra imbocchiamo la strada statale 465 sul ponte del Torrente Degano. Proseguiamo per ben quasi 19 km sulla Statale passando Prato Carnico e Pesariis e il piccolo abitato di Pradibosco sino ad arrivare alla stazione di sci di fondo Pian di Casa – Pradibosco. Qui troveremo ampio parcheggio, visto che la stazione opera al suo massimo proprio d’inverno il piazzale dovrebbe essere tenuto sgombro dai gestori.

Escursione

Iniziamo l’escursione infilandoci proprio nella strada statale. Dipende dalla stagione nevosa, nel nostro caso la strada era bloccata dalla neve pochi metri dopo il parcheggio. Si prosegue sino ad incontrare una casa isolata sul ciglio della strada (alla vostra destra). Dietro la casa dovrebbero scorgersi le forme della strada sterrata ad uso dei boscaioli. Guardando verso ovest nel bosco dovreste scorgere una specie di entrata, che poi è una stradina di servizio nei mesi estivi. Ci infileremo dentro il bosco per circa 500 metri in perfetta linea retta. Nonostante la neve formi un saliscendi per l’accumulo di fatto stiamo proseguendo senza salire. Ad un certo punto ci troveremo su un piccolo piazzale. Con la neve sarà difficile rendersi conto ma siamo in prossimità del tornante della statale poco più a monte. Continuiamo, iniziando a salire, verso ovest dentro il bosco. Il nostro scopo è quello di raggiungere il sentiero CAI 203, che realizzeremo di aver raggiunto poiché la strada forestale è sgombra da alberi e molto ben visibile nella forma anche con parecchia neve.

CraMimoias-altm

Seguiamo il sentiero CAI 203 per circa 1,5 km in costante salita, sino a trovarci all’improvviso in una piccola discesa all’interno del greto del torrente RIO Mimoias. Come suggerisce il nome del corso d’acqua siamo arrivati. Risalendo dal greto giriamo a destra e dopo pochi tornanti scorgeremo tra le neve il tetto di Casera Mimoias (1623 mslm) con la sua splendida vista sui monti. Dopo la visita della casera e il classico spuntino, proseguiamo verso est in quello che ora è il sentiero CAI 202. In realtà noi non siamo riusciti a seguire se non sommariamente il sentiero poiché era praticamente invisibile. Andando a vista con il GPS puntato verso il parcheggio è l’opzione migliore.

Ad un certo il pendio ci veicolerà in una specie di “spiazzo” nevoso che è un quadrivio. Noi abbiamo tenuto verso nord, ma in realtà si può accorciare tenendosi verso sud poiché lo scopo è quello di “agganciare” il sentiero CAI 201 che inizia proprio nel parcheggio di Pian di Casa. Giunti in prossimità della stazione dovremo obbligatoriamente effettuare un attraversamento della pista da sci di fondo. Si raccomanda di non danneggiare con le ciaspole i cosidetti “binari”. Ora dovremo vedere la struttura della stazione sciistica, dove dietro si cela il parcheggio da cui siamo partiti.

Vuoi dire o aggiungere qualcosa?

sezione commenti aperta al pubblico

Non ci sono ancora commenti!

Puoi essere il primo a commentare.

Rispondi