Rifugio Gilberti – Bivacco Marussich

Rifugio Gilberti – Bivacco Marussich

di Aggiornato: 13 Maggio 2015

Indicazioni per il parcheggio.

Dalla statale che giunge da Udine, nell’abitato di Chiusaforte troverete le indicazioni per Sella Nevea. Si attraversa il ponte sul fiume Fella proseguendo molto agevolmente nella SP76. Continuate sino ad arrivare a Sella Nevea (circa 16 KM). Attraversiamo le prime case e seguiamo le indicazioni per l’Hotel Canin. Qui nel piazzale Slovenia possiamo trovare ampio parcheggio.

Escursione
Dal piazzale Slovenia (ovvero il parcheggio della vecchia telecabina) si scende a piedi sulla strada da cui siamo venuti per prendere la telecabina del Canin (vedere sito per orari) ovvero l’ingresso è al primo tornante che abbiamo incontrato entrando a Sella Nevea. La Telecabina ci porta proprio davanti al rifugio Gilberti (1850 mslm) dove sulla sinistra si può ammirare il suggestivo Monte Forato del Canin.

Noi invece si volge sulla destra per il sentiero del Bila Pec (o CAI632) fino alla forca dove troveremo i resti della casermetta. Dopo aver goduto del panorama che volge sull’altipiano del Montasio e sulla sinistra verso il Canin, scendiamo a destra della Casermetta. La discesa è molto ripida, occorre fare attenzione.

Giunti in basso di circa 100 metri di dislivello troveremo un panorama parecchio differente da quello visto sulla sella. Ovvero molto roccioso, quasi lunare. Seguiamo il sentiero 632A fino ad incontrare l’abisso Boegan. Qui torniamo in direzione del Canin (fare attenzione poiché la segnaletica è abbozzata) fino a trovarsi dentro un canalone di deriva dei ghiacci. Gli ometti e alcuni segnavia dovrebbero guidarci a vista nella risalita fino all’incrocio con il sentiero, ben marcato, del 632.

Anche qui c’è da stupirsi per il paesaggio che cambia in continuazione al volgere di alcuni tornati. Si segue il percorso per circa 2 km sino a trovare il bivacco Marussich. Si tratta di una costruzione metallica verde. All’interno sebbene piccola è molto accogliente, un buon punto di riferimento nel caso si voglia fare un trekking di più giorni. Al ritorno si prende il sentiero 632 sino ad arrivare nuovamente alla Casermetta di Bila Pec e da qui al rifugio. Purtroppo gli orari della Telecabina non permettono di fare tardi, per cui l’escursione è in parte limitata da questo fattore.